Cerca

COME USARE LO SFONDO. IL METODO CHE FUNZIONA SEMPRE

Scegliere su quale sfondo appoggiare o ambientare le proprie creazioni è come scegliere un paio di scarpe che si accompagnano perfettamente all’abito che avete scelto di indossare.


Passi del tempo piacevole a creare il tuo prodotto e giunge il momento di fotografarlo.

Il momento più importante, come abbiamo detto è mettere nel mondo la tua creazione.


Perché quindi calzare semplicemente un paio di scarpe da running, invece di un paio che risalti perfettamente il tuo abito?


Probabilmente non sei sempre convinta che quello sfondo sia adatto alla tua creazione.


Ma scatti ugualmente. Il risultato non ti piace e non capisci il perché.


Anch’io mi facevo questa domanda ma ora sono qui ad accompagnarti a scoprire il perché uno sfondo funziona ed un altro sfondo no.



come-usare-lo-sfondo-in fotografia
Lo sfondo non interferisce con il messaggio



Perché lo sfondo non è adatto?


Perché abbiamo tralasciato i dettagli ovvi: nessuna creazione meravigliosamente bella, posta in un ambiente disordinato avrà un bell’ aspetto, o ancor peggio verrà notata.


Perciò ti spiego come fare, considerando un mio scatto.




All'inizio fai con ciò che hai.


Non è sempre necessario acquistare una gran quantità di materiali quali softbox, cartoncini di mille colori, costruire fondali ecc.


Utilizza ciò che hai, ovvero, la parete…


ma…

utilizzala in un determinato modo.


Te lo spiego subito, perché ne rimarrai affascinata dall’utilizzo.


Avere uno sfondo efficace consiste nell’allontanare la tua creazione dallo sfondo.



Disclaimer: questa lettura è una delle prime lezioni su un determinato aspetto, in questo caso l'utilizzo dello sfondo.
Sono fermamente convinta che i tecnicismi, anche quelli più ostici, sono facilmente assimilati attraverso la spiegazione di uno scatto partendo dall' emozione che trasmette.


Ecco la serie di scatti che ho fatto e il perché ne ho scartati alcuni.


Ecco il primo scatto:


Come utilizzare lo sfondo
L'elemento che disturba la composizione è la linea orizzontale tra tavolo e parete



Si nota una linea orizzontale netta, tra il tavolo e il muro, la parete non perfettamente bianca e un' ombra troppo forte sulla parete.


In qualche modo, la linea orizzontale, l'ombra e le imperfezioni della parete distolgono l’attenzione dal soggetto.


L’occhio segue ciò che lo guida: aiuta l’occhio a focalizzare lo sguardo dove vuoi tu.


Come ?


Mantenendo la semplicità di composizione ed evitare elementi di disturbo. Sempre.



In questo scatto invece, ho allontanato il soggetto dallo sfondo.



come usare lo sfondo naturale
Allontana il soggetto dallo sfondo.



Le foto sono state scattate con la medesima situazione di luce, e nella stessa stanza.

Ma nell'ultimo scatto lo sfondo non interferisce in modo netto con il soggetto ritratto.


E' ancora presente un piccolo elemento di disturbo: i fogli di carta sulla destra.





Fai in modo che lo sfondo non disturbi la tua creazione.


I materiali della tua creazione, le sue tinte, le sue dimensioni, la sua funzione e il suo valore (focalizzati sempre sul valore emotivo) devono essere gli unici elementi che devono essere colti da chi osserva.


Facendo così la tua creazione sarà messa in risalto e l’osservatore non scrollerà noiosamente il tuo feed…per poi uscirne.


Per fare in modo che lo sfondo non interferisca con la tua creazione, sistema la tua creazione lontana dalla parete, quasi vicino al bordo del tavolo di appoggio. E scatta dal bordo del tavolo di appoggio.



Riassumiamo…


Ora ti sembra tutto un po’ difficile ma ti assicuro che già aver letto questo aspetto ti aiuterà ad approcciarti meglio alla foto della tua creazione.


La parola magica è “riprovare” ed allenare l’occhio; oggi concentrati sullo sfondo, domani anche…fino a chè non ti senti abbastanza sicura che stai assimilando questo concetto.


Poi passa a considerare gli altri due aspetti ad esempio la luce ne parlo qui e gli elementi che possono essere disposti vicini alla tua creazione.


Esiste un metodo, anzi più di uno per capire quali elementi sistemare vicini alla tua creazione.


Te li racconto più avanti mettendoci sempre la mia esperienza lavorativa e una spiegazione chiara attraverso i miei scatti.


Quello che mi raccomando è di procedere passo dopo passo: non assimilare tutti i concetti in una sola volta, perché umanamente, non è possibile.

Acquisendone uno alla volta vedrai che ti invoglierà a fare un passo in più, verso il tuo scatto perfetto.


Comunica con un’amica o con chi vuoi questi concetti ed invitala a leggere I Taccuini di Flair e a leggere la guida.


A presto!



Federica

I taccuini di Flair